22/07: G20 di Napoli

In una Napoli blindata abbiamo attraversato la due giorni di contestazioni al G20 sull’ambiente partecipando ieri ad un controforum dove si sono alternate e confrontate sia tante esperienze di lotta territoriali, dalla Valsusa a Civitavecchia, alle grandi navi di Venezia all no al CSS di Ravenna, alle tante lotte campane dalla e oltre la terra dei fuochi, sia ricercatori e intellettuali esponenti di movimenti globali che hanno posto contributi di analisi e di prospettiva altra…questo perché mentre si richiede un cambiamento radicale dal punto di vista della transizione energetica, dell’uscita dalle fonti fossili, di riconversione ecologica, di ristrutturazione dei sistemi sanitari, di giustizia sociale, il G20 presenta e impone soluzioni di mercato, crediti alle multinazionali, la solita parata del greenwhasing quale via di mero e ancor più rapace rilancio del capitalismo fossile e similgreen…dopo che in mattinata centinaia di attivisti per la giustizia climatica avevano bloccato in contemporanea i terminal e le aree logistiche di trasporto delle merci a terra e di attracco a mare del porto di Napoli e la raffineria Q8 a est della Città, nel pomeriggio un corteo variegato e moltitudinario si è ripreso le strade cittadine portando le voci dei comitati e dei movimenti campani contro il G20 Per il clima fuori dal fossile con Bees against G20

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...