Archivi categoria: Eventi

Solidarietà ai lavoratori Gkn

“Una transizione ecologica reale potrà realizzarsi solo con il coinvolgimento degli operai stessi, e solo difendendo e ripensando quel tessuto industriale che oggi si vorrebbe ulteriormente smantellare, determinando una spirale di impoverimento economico, sociale e culturale dei nostri territori.

”Appello al mondo accademico e alle Università del Collettivo di fabbrica- lavoratori Gkn di Firenze 15 settembre 21 Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn FirenzeInsorgiamo con i lavoratori GKN

Parole chiare, nette, ineludibili, che come attivisti per la giustizia climatica e cittadini partecipi di tanti comitati territoriali in lotta riuniti nella Campagna nazionale Per il clima Fuori dal fossile, ci sentiamo di sottoscrivere e sostenere. Da tempo ci stiamo impegnando per prefigurare una transizione ecologica diversa e alternativa a quella proposta dal greenwashing delle multinazionali, dai grandi consessi istituzionali globali dei G20 e delle Cop dell’Onu, dai terminali governativi nazionali del governo Draghi e Cingolani.

Una transizione che veda sempre più unite e comunicanti le lotte ambientali, ecologiste, contro le grandi opere, per la sanità pubblica e i diritti del mondo del lavoro, oltre le rappresentanze sindacali più stantie, verso le tante movimentazioni che si stanno dando nelle realtà produttive legate alla filiera del fossile, come alla logistica e in tanti altri settori…

E nei fatti possiamo constatare come la storica strumentalizzazione del presunto conflitto ambiente/lavoro, sempre aizzata da chi ben sappiamo in momenti nevralgici di decisioni politica e con conseguenze spesso nefaste e per la difesa dell’ambiente come del lavoro, oggi cominci a scricchiolare sempre più. Allargare queste crepe, intrecciare le mobilitazioni, sono i principali ingredienti della transizione ecologica e produttiva che vogliamo imporre

Per questo saremo sabato 18 a Firenze con Trivelle Zero/Marche, come poi l’1 e 2 ottobre a Milano per la grande marcia contro la Precop, e soprattutto sabato 9 ottobre davanti al ministero della Transizione ecologica di Cingolani

Per il Clima, fuori dal Fossile

08/08: flash mob a matagiola

Flash Mob a Matagiola, azione conclusiva dell’Ostuni Climate Camp. Per il Clima, contro i gasdotti e i fossili con i Movimenti di tutta Italia.Alla centrale di interconnessione SNAM di Matagiola, Brindisi, arrivano o partono già 11 gasdotti, tra cui TAP. E 5 dei 6 nuovi gasdotti italiani della ultima PCI List, Progetti di Interesse Comune Europeo, partiranno o arriveranno sempre a Matagiola: i gas del nuovo gasdotto Eastmed Poseidon (che arriva da Israele, Cipro, Egitto), il raddoppio della portata di TAP e dell’Interconnessione TAP/SNAM, il nuovo gasdotto Matagiola-Massafra, e il gas che passerà dal completamento della Rete Adriatica SNAM attraverso il nuovo gasdotto Foligno-Sulmona e Sulmona-Sestino.Brindisi capitale del gas? No, grazie. Fuori dal Fossile!

22/07: G20 di Napoli

In una Napoli blindata abbiamo attraversato la due giorni di contestazioni al G20 sull’ambiente partecipando ieri ad un controforum dove si sono alternate e confrontate sia tante esperienze di lotta territoriali, dalla Valsusa a Civitavecchia, alle grandi navi di Venezia all no al CSS di Ravenna, alle tante lotte campane dalla e oltre la terra dei fuochi, sia ricercatori e intellettuali esponenti di movimenti globali che hanno posto contributi di analisi e di prospettiva altra…questo perché mentre si richiede un cambiamento radicale dal punto di vista della transizione energetica, dell’uscita dalle fonti fossili, di riconversione ecologica, di ristrutturazione dei sistemi sanitari, di giustizia sociale, il G20 presenta e impone soluzioni di mercato, crediti alle multinazionali, la solita parata del greenwhasing quale via di mero e ancor più rapace rilancio del capitalismo fossile e similgreen…dopo che in mattinata centinaia di attivisti per la giustizia climatica avevano bloccato in contemporanea i terminal e le aree logistiche di trasporto delle merci a terra e di attracco a mare del porto di Napoli e la raffineria Q8 a est della Città, nel pomeriggio un corteo variegato e moltitudinario si è ripreso le strade cittadine portando le voci dei comitati e dei movimenti campani contro il G20 Per il clima fuori dal fossile con Bees against G20

08/07: Venezia: we are the tide, you are only g20

Già da ieri le prime delegazioni di ministri hanno iniziato ad arrivare a #Venezia per il #G20.In una città militarizzata si prepara la sfilata silenziosa di chi vorrebbe poter decidere come e dove indirizzare ricchezze ed investimenti, mantenendo di fatto inalterato un sistema di governance basato su sfruttamento, povertà ed inquinamento.Sabato 10 toccherà alla nostra marea rumorosa e determinata fargli capire che esiste chi tutto questo non è più disposto ad accettarlo!Ci vediamo Sabato alle 14.30 alle Zattere per We are the tide, you are only (G)20 | Mobilitazione nazionale | 10.07.21 – Venezia!

Ostuni Climate Camp 2021

Il “Climate Camp di Ostuni 2021” nasce su iniziativa di associazioni e movimenti di carattere locale e nazionale , con collegamenti mediterranei ed oltre , ed è basata su una esigenza che è quella di costruire un fronte sempre più largo capace di mettere in discussione le scelte di chi abbiamo di fronte.
Parlare ad esempio di lotta ai combustili fossili e della necessità di bloccare subito i programmi dei gasdotti, dal Tap al Poseidon, significa immediatamente contribuire a salvare il pianeta e lottare contro un capitalismo sempre più vorace , capace di scatenare guerre “umanitarie” i loro interessi economici e dall’altra propongono al mondo una velleitaria lotta ai cambiamenti climatici.
Così come ci viene proposto il PNRR che non è altro che un finanziamento alle grandi opere inutili, dannose e costose.
L’appello alla partecipazione al campeggio è rivolto quindi dai No Tav ai No Muos agli oppositori dell’Ilva a Taranto , attraversando tutta l’Italia delle opposizioni alla devastazione territoriale.
I diversi G20 che si sono svolti in Italia fino ad oggi hanno dimostrato che la loro economia viene sempre al primo posto.
In Puglia ad esempio abbiamo vissuto il G20 dei Ministri degli Esteri che ha avuto come epilogo la decisione della lotta al Daesh nel Sahel, che ha tutto il sapore dell’ennesima avventura coloniale rivolte alla certezza dello sfruttamento delle materie prime.
Così come abbiamo assistito in questi giorni al rifinanziamento della missione in Libia, chiudendo gli occhi su torture e morti in mare ed altro ancora, pur di assicurarsi la presenza di aziende italiane come l’Eni e dintorni.
Il programma del campeggio cerca di abbracciare una serie di temi su cui costruire percorsi sempre più unitari come era già avvenuto per il 23 marzo 2019 dove sfilammo in centomila , unendo la maggior parte delle vertenze territoriali italiane.
Discuteremo di fonti fossili, di Grandi Opere e lotta al PNRR, della riscoperta del nucleare e del deposito nazionale , di estrattivismo , di migranti, di popoli in lotta, dell’uso della emergenza per distruggere il territorio e proporre nuovi programmi per l’agricoltura come nel caso della Xylella, di cambiamenti climatici, del G20 del 30 Ottobre a Roma, della preCop di Miliano e della Cop26 di Gasglow.
La sera la trascorreremo insieme con la musica per finire con i tamburelli sul mare in una bellissima caletta.

16/06: Tour du pfas

LE TOUR DU PFAS SABATO 19 GIUGNO

STOP PFAS, STOP INCENERITORI

Meno di 72 ore alla partenza de Le Tour du Pfas

(QUI IL LINK CON TUTTE LE INFO https://www.facebook.com/events/3097259853840814) ed è tutto pronto o quasi: pronto il percorso, pronti i comitati a darci il benvenuto tappa dopo tappa, pronti decine e decine di ciclist*, pronti i gadgets. E tu? Sei pront*, non ti sei ancora iscritt*? Cosa aspett*?

Le Tour du Pfas sabato 19 Giugno si snoderà lungo un centinaio di km lungo percorsi off road, fiumi e centri storici. Un modo per riscoprire alcune delle bellezze regionali, ma anche per tornare sui luoghi dei disastri ambientali che minacciano l’ambiente, la salute e il paesaggio della nostra regione, e incontrare tante persone che amano la loro terra e la difendono.

STOP PFAS, STOP INCENERITORINON MANCARE! Compila il form (https://forms.gle/8cEPrS6XcCA7vZne8) e partecipa insieme a noi! Di seguito alcuni dettagli logistici:

Data sabato 19 Giugno 2021 Treno in partenza per Vicenza in andata Mestre 06.23Padova 06.38

Ci sarà la possibilità di aderire o partecipare anche a semplici tratte, di seguito i passaggi e gli orari previsti:km0

Inizio evento ore 08.00 Trissino (VI)km7 passaggio Montecchio Maggiore ore 8:30km14,5 passaggio Creazzo

ore 8:45km25 – passaggio tribunale vicenza –

ore 9:30km59 – passaggio Brusegana Padova

ore 11:30km68 – passaggio Inceneritore Padova

ore 12km80 passaggio Dolo ore 14km85 passaggio Mira

ore 14:15km97 – presidio a Marghera

ore 15\16da Spinea verso Marghera meeting point via Veronese (Graso d’uva)

ore 15.30km106 – Fusina ore 16\17 Fine evento:

0re 18.00 Fusina (VE)Treni regionali in partenza per il ritorno a Padova o Vicenza:19:2819:4719:5320:23

Aderiscono alla bicicletttata e costruiscono iniziative durante il percorso: Friday foto future Padova, cso Pedro, Catai, Potere al popolo Padova, OpzioneZero Mira 2030 Mira in Comune COBAS Autorganizzati Comune Venezia Comitato Nograndinavi Valore Ambiente PFAS.land – informazione ed azione conto i crimini ambientali Comitato Difesa Ambiente Territorio Ca’ Luisa – Casa del Popolo Mamme NoPfas – genitori attivi – area contaminata Assemblea Permanente Contro il Pericolo Chimico a Marghera Marghera Libera e Pensante Quartieri in Movimento WWF Venezia e Territorio APIO OdV MARES – Mogliano Ambiente Rete Ecologia e Salute Progetto Nascere Meglio Medicina Democratica Forum dell’Aria AmbienteVenezia Movimento Decrescita Felice Venezia

12/06: Marcia popolare no tav

La marcia popolare No Tav contro il nuovo progetto per l’autoporto è giunta poco fa al nuovo presidio di San Didero.

Che siano 15/20.000 manifestanti o i soliti 5.000 per la questura, la Valle risponde compatta, insieme ai movimenti che da tanti territori si sono mossi per sostenerla.

Si presidia ovunque ci sia la minaccia di interventi che possano ulteriormente compromettere il territorio. Un’opposizione ancora più importante se, come è accaduto, l’accanimento per la costruzione del Tav si è spinto fino alle forme più dure di criminalizzazione della manifestazione del dissenso.

La risposta NoTav non cambia, l’unica alternativa possibile è e sarà sempre la lotta per la difesa dell’ambiente e del territorio, per impedire il collasso generale causato dallo sfruttamento dell’uomo sull’uomo e dell’uomo sulla natura. Notavinfo Notav#siamolanaturachesiribella non è uno slogan ma un’identificazione, tanto concreta quanto urgente, con il pianeta e con ogni sua forma di vita.

Un esempio significativo di appartenenza che i NoTav non fanno mai mancare!

#avantinotav

12/06: Acqua bene comune

🌞 Sotto un sole cocente una manifestazione ed un corteo terminato in piazza Vittorio hanno ribadito la partecipazione di rappresentanze di vari coordinamenti connessi con le tematiche dei beni comuni, dell’acqua, e contro il nucleare.

💧💦 Più di 2000 persone hanno ricordato la vittoria popolare del referendum di 10 anni fa e ribadito la lotta contro il Recovery plan dell’agente italiano del Capitale e della Nato e chiamato alla lotta globale contro la speculazione in borsa dell’acqua.

💪 Presenti anche i territori in lotta della nostra Campagna per il clima fuori dal fossile che aveva aderito alla giornata di lotta.

Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua#acquabenecomune#noalnucleare#10anni#referendum#perilclimafuoridalfossile

07/06: Giudizio Universale

🔥Sabato è stata una giornata storica, abbiamo finalmente lanciato la prima #climatelitigation contro lo Stato italiano!

🙏Ci tenevamo a ringraziare tutte e tutti voi ricorrenti e promotori della causa, associazioni da sempre presenti sui territori e cittadini che supportano le tematiche ambientali.

Questo è solo il primo passo, il percorso che ci aspetta sarà lungo e siamo felici di poterlo compiere assieme a tutti voi.

Adesso più che mai abbiamo bisogno di voi per ottenere nuovi sostenitori: l’obiettivo è raggiungere le 50mila firme. Firma qui ▶️

https://giudiziouniversale.eu/

OpzioneZeroCasa Memoria Felicia e Peppino ImpastatoFairwatchUgi Unione Giovani IndipendentiSocietà Meteorologica Italiana – NIMBUSTerraNo Eolico SelvaggioHRYO Human Rights Youth OrganizationCoordinamento Nazionale No TrivAttac TorinoISDE – Associazione Medici per l’AmbienteNotavinfo NotavMovimento NO TAPneu [nòi] – spazio al lavoroAFOIDForum Italiano dei Movimenti per l’AcquaCDCA Abruzzo – Centro Documentazione sui Conflitti AmbientaliCDCA – Centro Documentazione Conflitti AmbientaliFridaysforfuture-RomaFridays For Future ItaliaMamme NoPfas – genitori attivi – area contaminataStop BiocidioLink Coordinamento UniversitarioRifiutiamoli Ri-MAFLOW Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti

02/06: CCs ravenna

🔸Ravenna è stata da poco teatro della manifestazione contro il CCS, divenuto ormai l’emblema dell’accanimento terapeutico sulle fonti fossili, e oggi proprio a Ravenna si sta svolgendo l’assemblea nazionale della Campagna Per il Clima Fuori dal Fossile, finalmente in presenza

🤗 e con la partecipazione di referenti di tanti territori italiani in lotta contro il fossile.

💪🏽 Idee, scambi e progetti per trovare le strategie più efficaci per arrivare a determinare l’agenda energetica del nostro paese

#perilclimafuoridalfossile