Archivi categoria: Eventi

Carovana No Hub del Gas 2020

La pandemia e l’aggravamento della crisi economica non sta cambiando di una virgola le politiche statali che sono “normalmente tornate” alla connivenza con megaprogetti delle multinazionali del fossile in tutto il Paese, addirittura “semplificandogli” le procedure legislative.

Allo stesso tempo si mandano a processo, da Nord a Sud, coloro che difendono i territori da inutili devastazioni, per il diritto di vivere e crescere in un ambiente salubre.
Pertanto il Coordinamento No Hub del Gas, in continuità con le iniziative degli anni passati ed in articolazione con le altre iniziative estive della Campagna “Per il Clima, Fuori dal Fossile”, invita cittadini ed associazioni a partecipare alla Carovana per ribadire l’inutilità e la pericolosità dei progetti Rete Adriatica Snam e TAP, così come l’opposizione all’attacco ai diritti di tutti portato avanti attraverso il “Decreto Semplificazioni”.

Attraverso momenti formativi e di mobilitazione vogliamo rilanciare anche in piena estate la lotta per la Giustizia sociale e la Giustizia ambientale convinti che la soluzione non può che essere una risposta concreta e collettiva.

IL PROGRAMMA

Sabato 22 Agosto: Arquata del Tronto (AP), partenza 8.30 da Spelonga. Cammino dei Briganti: da Spelonga a Pretare, per ribadire lo sdegno dell’abbandono delle comunità terremotate da parte del Governo che invece semplifica la vita a grandi multinazionali inquinanti, a seguire assemblea con i partecipanti.

Domenica 23 Agosto: Gubbio (PG) – Biblioteca Sperelliana, ore 17.00. Assemblea informativa con i Geologi Aucone e Lena sull’impatto ambientale e i rischi sismici del gasdotto Snam, con l’Avv. Passeri sulle normative degli Usi civici e recenti decreti.

Sabato 29 Agosto: Cittareale-Montereale – partenza ore 9.00. Cammino sul tracciato del gasdotto Snam, a seguire assemblea informativa a Montereale.

Domenica 30 Agosto: Paganica (AQ) – partenza ore 9.00. Cammino sul tracciato del gasdotto Snam, nel pomeriggio assemblea di approfondimento e formazione sugli Usi Civici e contro il “DL semplificazioni”.

Mercoledì 2 Settembre: Popoli (PE) – ore 18.00. Assemblea sulla difesa delle sorgenti del fiume Pescara, degli Usi Civici e contro il gasdotto Snam

3/4/5 Settembre: Molise. No Hub del Gas Bike Tour dal Bosco Corundoli a Sulmona.

Venerdì 4 Settembre: Abruzzo. Pedalata No Snam Pescara – Sulmona, promossa da Ciclofficina Popolare C.A.P. 15-

Sabato 5 Settembre: Sulmona – Parco Fluviale Augusto Daolio, ore 9.00 – 24.00
Giornata No Snam, previste varie attività tra cui ore 17.30 assemblea conclusiva della Carovana

1/2 agosto; Giornate di mobilitazioni simultanee nei territori

Ecco le iniziative in tutta Italia per il 1-2 agosto della campagna “Per il mare, fuori dal fossile”:

  • Brindisi, 1 agosto:

Moderano gli studenti della redazione di emergenzaclimatica.it

Contro la conversione a gas di Cerano, per costruire una comunità energetica diffusa e per il lavoro.

Sabato 1 agosto, ore 10.00 lungomare Regina Margherita Brindisi

Ospiti:  Prof. Michele Carducci (UniSalento), Mario Furore (europarlamentare M5S), Gianluca Bozzetti (Vicepresidente Commissione Lavoro Regione Puglia), Livia dell’Anna (Commissione Ambiente Comune di Brindisi), Roberto Aprile (Cobas), Cosimo Quaranta (Movimento No TAP/SNAM Provincia di Brindisi), Maurizio Portaluri (Forum Ambiente e Salute), WWF Brindisi, Fridays for Future Wien.

  • Termoli, 2 agosto

Basta regali agli inquinatori. Basta veleni.

2 agosto ore 9.00: sit in c/o Viale dei Trabucchi (spiaggia libera lato Cala Sveva), Termoli.

Organizzato da Trivelle Zero Molise, Fridays for Future Termoli, I Discoli del Sinarca.

  • Pescara, 1 agosto

Conferenza stampa e sit in presso Spiaggia libera e attrezzata Arci “Moroni a mare”, Viale della Riviera (tra lido Jambo e Nettuno)

Organizzato da No Hub del Gas Abruzzo e Forum H2O

  • Falconara Marittima, 1 agosto

Presidio e conferenza stampa sabato 1 agosto dalle ore 10.30 in poi davanti la Raffineria API di Falconara Marittima.

Organizzato da Laboratorio Falkatraz Trivelle Zero Marche Campagna Per il Clima Fuori dal Fossile

Perchè la raffineria Api, cresciuta dentro la Città di Falconara e alle porte del Capoluogo anconetano dal boom economico degli anni 50 fino ad oggi, rappresenta ora l’emblema di questa crisi: oltre ogni forma passata di redistribuzione economica della ricchezza prodotta da fonti fossili, oggi questo sistema espropria e estrae ricchezza per pochi e redistribuisce ai molti gli effetti sempre meno collaterali, fatti di criticità sanitarie, ambientali, inquinamento del territorio, nonché principale ostacolo ad una sua riconversione verso uno sviluppo altro e green.
Perchè oggi servirebbe una programmazione in direzione della dismissione di imprese inquinanti, conversione industriale e bonifica del territorio.

Leggi comunicato su Facebook.

  • Comunicato congiunto:

Il 13 e il 14 maggio scorsi abbiamo contestato le assemblee di Enel e Eni, i due colossi a partecipazione pubblica che con le loro scelte industriali, basate sul fossile e su false produzioni green, sono tra i maggiori responsabili del riscaldamento globale, oltre che della devastazione e del saccheggio di intere comunità e territori in Italia e nel Mondo.
Il 4 luglio abbiamo manifestato a Civitavecchia per la chiusura della centrale a carbone e contro la realizzazione di nuove centrali turbogas a Civitavecchia come a Brindisi, Fusina e La Spezia.

La Campagna Nazionale Per il Clima Fuori dal Fossile NON SI FERMA e invita tutte le realtà territoriali che si battono contro le grandi e piccole opere e gli impianti energetici e industriali nocivi inquinanti climalteranti a partecipare l’1 e il 2 agosto alle giornate di mobilitazione simultanee per:

-La sospensione di ogni finanziamento pubblico alle imprese che operano nelle fonti fossili e per il rilancio di un piano di investimenti verso le bonifiche dei tanti siti inquinanti di interesse nazionale e per le energie rinnovabili.
-Dire No al recente Decreto Legge Semplificazioni che riduce i termini di partecipazione dal basso alle Valutazioni di Impatto Ambientale VIA a favore dei soliti noti, favorisce bonifiche di facciata smantellando le priorità non ancora ottemperate dei Siti di Interesse Nazionale SIN e facilita le autorizzazioni per nuovi gasdotti.
-La chiusura di tutte le centrali a carbone ancora attive e contro la realizzazione di nuove centrali turbogas a Brindisi, Fusina, La Spezia e Civitavecchia.
-Fermare il progetto di un’Italia Hub e piattaforma europea del gas, perforata da nuovi metanodotti, rigassificatori e trivellazioni.
-Dire No ai progetti TAP e SNAM del Salento e dell’Appennino, come a quelli della metanizzazione della Sardegna.

Comunicate le vostre iniziative scrivendo sulla nostra pagina facebook alla mail perilclimafuoridalfossile@gmail.com

1/2AGOSTO2020 #PerilClimaFuoridalFossile

01/08: Falconara: Raffineria API ore 10.30

Rispondiamo dalle Marche alla mobilitazione nei territori dell’1/2 agosto della Campagna #perilclimafuoridalfossile con un presidio e conferenza stampa che si terrà sabato 1 agosto dalle ore 10.30 in poi davanti la Raffineria API di Falconara Marittima.

https://facebook.com/events/s/presidio-davanti-la-raffineria/3264957656900869/?ti=icl

Perchè l’unica via per uscire dalla stringente e indifferibile crisi climatica globale che ci coinvolge tutti, è un radicale cambiamento del sistema produttivo ed energetico, qui ed ora.
Perchè questa crisi climatica generale si cambia a partire dal locale e dai territori, agendo verso e contro i centri reali che determinano questo stato di cose, oltre gli scenari globali che ci pongono in una condizione di passitivà e fatalismo.
Perchè la raffineria Api, cresciuta dentro la Città di Falconara e alle porte del Capoluogo anconetano dal boom economico degli anni 50 fino ad oggi, rappresenta ora l’emblema di questa crisi: oltre ogni forma passata di redistribuzione economica della ricchezza prodotta da fonti fossili, oggi questo sistema espropria e estrae ricchezza per pochi e redistribuisce ai molti gli effetti sempre meno collaterali, fatti di criticità sanitarie, ambientali, inquinamento del territorio, nonché principale ostacolo ad una sua riconversione verso uno sviluppo altro e green.
Perchè oggi servirebbe una programmazione in direzione della dismissione di imprese inquinanti, conversione industriale e bonifica del territorio.

In questi anni abbiamo constatato quanto questo sistema di potere sia sempre più autoreferenziale, impermeabile al cambiamento e distruttivo in se’.
-Le continue segnalazioni dei cittadini delle esalazioni nocive hanno mostrato tutte le falle ancora in essere del sistema pubblico dei controlli sulle attività della raffineria e di altri attori sul territorio.
-Il comitato interistituzionale regionale che si è sostituito ai tavoli pubblici promossi dai comitati cittadini, da anni latita di informazioni e comunicazioni circa i termini dell’esecuzione delle prescrizioni in occasione dell’ultimo rinnovo dell’AIA del 2018, e su molto altro ancora.
-Il nuovo gasdotto SNAM di quasi 40 chilometri recentemente realizzato nel suo primo stralcio tra Falconara Jesi e Recanati, prelude ad una futuribile realizzazione del contestatissimo progetto di rigassificatore GNL da parte di API Nova Energia nel lontano 2011, già avallato, nel dissenso di una larga maggioranza della popolazione, con la partnership della regione Marche, la cui autorizzazione è stata prorogata dai ministeri competenti nel 2015, per cui pende un giudizio al Tar di cui nulla è più dato sapere ai comuni mortali.
-E per finire il recente Decreto legge Semplificazioni che, tra gli altri interventi, favorisce bonifiche di facciata e sommarie, decurtando gli interventi nelle acque sotterranee e nelle falde idriche a tutto vantaggio degli inquinatori vecchi e nuovi. I circa 40 SIN, siti da bonificare di interesse nazionale, tra cui ovviamente Falconara, che da quasi trent’anni attendono interventi di bonifica per la conclamata pericolosità del livello di contaminazione del suolo del sottosuolo e del mare, da priorità tutelata per legge, vengono declassati a interventi di bonifiche più blande e superficiali.

Per tutto questo aderiamo alla mobilitazione di Per il clima, Fuori dal fossile.
Perchè le tante questioni territoriali e locali sparse ovunque per l’Italia, sono più forti e incisive solo se unite e coordinate.
Perchè le questioni sanitarie e ambientali particolari vanno riconnesse allo scenario più generale della crisi climatica e dei tanti movimenti globali che sostengono la giustizia climatica.
Perchè è urgente passare dalle attività di segnalazione e monitoraggio dal basso dei fenomeni odorigeni alla contestazione aperta visibile e pubblica delle reali fonti di inquinamento

CON API NON SI VOLA PIU’
DISMISSIONE RICONVERSIONE BONIFICA DEL TERRITORIO

Laboratorio Falkatraz Trivelle Zero Marche Campagna Per il Clima Fuori dal Fossile

Sabato 4 luglio tutti a Civitavecchia

Ci vediamo li per un sit in alla centrale, poi l’assemblea genenrale.

Perché lo fai?

  • Perché darà un nuovo contesto ai lettori. Di cosa vuoi parlare? Perché dovrebbero leggere il tuo blog?
  • Perché ti aiuterà a focalizzare le idee e cosa ti piacerebbe realizzare con il tuo blog.

L’articolo può essere breve o lungo, un’introduzione personale alla tua vita o una dichiarazione d’intenti tipica da blog, un manifesto per il futuro o un semplice schema dei tipi di cose che speri di pubblicare.

Per aiutarti a iniziare, ecco alcune domande:

  • Perché stai scrivendo su un blog pubblico, invece di tenere un diario personale?
  • Di quali argomenti pensi che scriverai?
  • Con chi ti piacerebbe connetterti tramite il blog?
  • Se il blog avrà successo nel corso del prossimo anno, quale scopo speri avrai raggiunto?

Non sei incatenato a nessuna di queste cose: uno degli aspetti meravigliosi dei blog è il modo in cui si evolvono costantemente a mano a mano che impariamo, cresciamo e interagiamo con gli altri, ma è bene sapere dove e perché hai iniziato e formulare i tuoi obiettivi potrebbe ispirarti qualche altro articolo.

Non riesci a pensare a come iniziare? Scrivi la prima cosa che ti viene in mente. Anne Lamott, autrice di un libro che amiamo sullo scrivere, dice che devi darti il permesso di scrivere una “prima bozza scadente”. Anne fa esattamente il punto: inizia a scrivere e preoccupati di modificarlo solo in un secondo momento.

Quando sei pronto per pubblicare, assegna al tuo articolo da tre a cinque tag che descrivano il focus del tuo blog: scrivere, fotografia, fiction, genitorialità, cibo, automobili, film, sport, qualsiasi cosa. I tag aiuteranno le persone che si interessano di questi argomenti a trovarti nel Lettore. Assicurati che uno dei tag sia “zerotohero”, in modo che anche altri nuovi blogger possano trovarti.

Assemblea “Fuori dal virus, Fuori dal Fossile”

IL FUTURO C’E’, RIPRENDIAMOCELO!

La Campagna “ Per il clima, fuori dal fossile!”sta costruendo un percorso di convergenza e di lotta coordinata tra molte realtà italiane che vogliono contrastare quelle opere energetiche alteranti il clima, l’ambiente e la vita sociale di popoli e comunità. Lo abbiamo fatto per la prima volta unitariamente nel corteo il 23 marzo 2019 a Roma, lo facciamo da anni nelle tante battaglie territoriali o coordinate a livello nazionale.
Stiamo lottando contro l’Eni , la Snam, la Tap, contro le centrali a carbone e quelle turbogas che non sono state bloccate nemmeno in piena emergenza sanitaria. Così come lottiamo contro quelle istituzioni pubbliche sempre di più asservite al mercato. Un potere economico e politico che, nonostante siano evidenti le criminali responsabilità nella crisi, vuole continuare ancora di più a devastare in nome dell’ economia del profitto capitalistico il nostro mondo ed i nostri diritti.
Lottare nelle condizioni che viviamo oggi rende sempre più necessario scambiare opinioni, proposte, azioni di alternativa senza le quali non ci sarà nessun cambiamento dei rapporti di forza esistenti condannandoci ad una sconfitta epocale. Significa evidenziare nessi, costruire piattaforme semplici e connessioni reali che vivano nel corpo sociale e non solo nel giro ristretto dei militanti.
Per queste ragioni abbiamo pensato di lanciare una vera e propria assemblea, la più ampia e partecipata possibile, nella quale condividere la nostra Piattaforma, le nostre proposte, accoglierne di altre e lanciare finalmente una mobilitazione nazionale ed unitaria per uscire dal fossile ORA! Proposte di lotta che possano trovare sponda e forza nella miriade di gruppi, comitati, snodi territoriali che esistono e resistono ma anche in altri movimenti, soprattutto quelli contro il crimine climatico, le grandi opere inutili e le privatizzazioni dei beni comuni.
Partecipa alla assemblea del 9 di maggio dalle 17,30 della Campagna, fai ascoltare la tua voce, le tue proposte, troviamo le modalità e le azioni da movimentare da ora e nel futuro. Perché da soli non se ne esce, perché vogliamo, tutti ed insieme, costruire un nuovo mondo di relazioni umane e sociali fuori dal ricatto del mercato, delle Borse e dalla violenza del sistema estrattivista e patriarcale!

FUORI DAL VIRUS, FUORI DAL FOSSILE!

L’assemblea si terrà sulla piattaforma Adobe. Dalle ore 17.00 del 9 maggio sarà possibile fare prova microfono e webcam.
Per iscrizioni ed intervenire inviare una mail a perilclimafuoridalfossile@gmail.com entro la sera di venerdì 8 maggio.
L’assemblea verrà trasmessa in diretta streaming sulla pagina fb Per il clima, fuori dal fossile.

Puoi leggere la piattaforma al link: https://www.globalproject.info/it/in_movimento/fuori-dal-virus-fuori-dal-fossile/22735